• Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic

Sono un paragrafo. Clicca qui per aggiungere il tuo testo e modificami. Sono un posto ideale per raccontare una storia e condividerla con i tuoi utenti.

 I Gosho sono gli scritti di Nichiren Daishonin.

Li troviamo sotto forma di lettere o trattati e il loro numero è di svariate decine.

Nell'edizione italiana sono raccolti in nove volumi, qui scaricabili integralmente.

Le lettere sono lezioni e incoraggiamenti inviati personalmente ai vari amici e discepoli.

I trattati sono insegnamenti o rimostranze al governo e ai reggenti di allora.

I Gosho costituiscono la base della dottrina buddista e anche un mezzo rapido ed efficace per ricevere risposte a problemi e a interrogativi personali.

Viene suggerito di leggerli ad alta voce come se fossero stati scritti a noi di persona.

Lo studio del Gosho è parte integrante e imprescindibile della pratica buddista e ne costituisce uno dei tre pilastri fondamentali (fede, pratica e studio).

DSCF1033.JPG
DSCF1033.JPG

DSCF0925.jpg
DSCF0925.jpg

DSCF1030.jpg
DSCF1030.jpg

DSCF1033.JPG
DSCF1033.JPG

1/5

Sono un titolo. Fai doppio clic.

Sono un titolo. Fai doppio clic.

Il Karma

 

 “Se volete conoscere la causa da voi creata nelpassato, osservate l’effetto sul presente. Se volete conoscere l’effetto nel futuro,osservate la causa che state creando ora.”Dal Sutra “Shinjikan-Gyo” (Sutra sulla contemplazione della mente).

 

Ognuno di noi crea il proprio karma. I pensieri, le parole e le azioni del passato hanno formato la nostra realtà presente, ed i pensieri, le parole e le azioni del presente influenzeranno a loro volta il nostro futuro. L’influenza del karma si estende da una vita alla successiva ,permanendo durante lo stato di latenza tra la morte e la rinascita. L’idea del karma è antecedente al Buddismo e aveva già permeato las ocietà indiana ben prima dei tempi di Shakyamuni. La visione prebuddista del karma serviva più a giustificare il destino degli individu e spingerli ad accettarlo piuttosto che ispirare la speranza di un cambiamento o di una trasformazione. Gli insegnamenti buddisti perfezionarono questa visione limitata delkarma.


Shakyamuni sosteneva che ciò che rende nobile o umile una persona non sono le circostanze della sua nascita bensì le azioni che compie durante la vita. La visione buddista del karma non è quindi fatalista. Il karma non viene visto solo come giustificazione delpresente, quanto come il potenziale che ci permette di influenzare il nostro futuro.

 

Il karma positivo è quello influenzato dalle azioni scaturite dalla buona volontà, dalla gentilezza e dalla compassione, così come il karma negativo è creato dalle azioni indotte dall’avidità, dalla collera e dallastupidità.

 

Il Buddismo ci insegna che la catena di causa ed effetto esiste eternamente: questo spiega le influenze del karma creato nelle vite precedenti. Alcuni effetti karmici possono manifestarsi in questa vita, mentre altri rimangono latenti. L’influenza di un determinato karma si estinguerà dopo che la sua energia sarà liberata nel corso della propria vita. Questo è paragonabile al processo di sviluppo di un seme di una pianta, che germoglia, poi fiorisce o dà frutti. Dopo aver svolto la sua funzione, il seme non potrà mai più ripetere quel processo. Il karma negativo può quindi essere sradicato solo dopo essersi manifestato nella forma della nostra sofferenza.

 

Secondo il Sutra del Loto non è necessario sopportare vita dopo vita interminabili austerità per liberarsi dagli effetti negativi del karma. Tramite una corretta pratica buddista possiamo attingere istantaneamente alla Buddità innata che risiede in noi e liberarci dagli effetti del karma negativo in questa stessa vita. Tutti noi abbiamo cominciato a praticare con il desiderio di cambiare il nostro destino. E la teoria del karma, che dal punto di vista del Buddismo rende ragione del perché siamo come siamo e viviamo questo tipo di esistenza, è certamente il principio che prima di ognia ltro ci è stato spiegato nei suoi vari aspetti e classificazioni.

 

Nel Gosho, al di là di qualsiasi trattazione dottrinale, si lancia l'immensa speranza, insita nell'insegnamento di Nichiren Daishonin, della trasformazione totale del proprio karma in questa esistenza grazie all'attivazione della Buddità nella nostra vita.